C’erano i suoi lavori, i suoi scatti celebri, le sue famose campagne. La fotografia di Oliviero Toscani è stata la grande protagonista al PhotoFestival di Nettuno la scorsa sera. Scatti d’autore sapientemente raccontati e ripercorsi attraverso un video autobiografico. Camicia nera e pantaloni bianchi, Toscani si è presentato così al pubblico, con i suoi immancabili grandi occhiali dal colore sgargiante, lente e obiettivo dietro il quale si nasconde lo sguardo di uno dei più importanti maestri della fotografia contemporanea. A raccontare la sua vita, il suo mestiere, quella professione «che non è mai stata solo un lavoro ma un modo per poter respirare e vivere», altri grandi nomi di quella che può considerarsi l’ottava arte. Da Franco Fontana, al vincitore, nella sezione Daily life del World press photo 2013, Fausto Podavini.

E ancora i critici Walter Guadagnini ed Enzo Carli. Oliviero Toscani ha sottolineato l’importanza che ha raggiunto ormai la fotografia nella società: uno dei principali canali e mezzi di comunicazione di massa e non soltanto strumento per una ricerca estetica. «Il fotografo deve essere, attraverso i suoi scatti, – ha spiegato il maestro – testimone del proprio tempo e della condizione umana». Lui, che si definisce un “situazionista” e che ricerca nelle immagini fotografiche messaggi immediati. A prender parte alla serata, anche l’attrice Demetra Hampton, bellissima in dresscode nero con i capelli raccolti, in una delle pettinature più in voga: lo chignon. A lei il compito di chiudere la quarta edizione della rassegna. Gremito il pubblico in sala, curiosi e moltissimi appassionati hanno ascoltato, con fare incantanti, una delle migliori storie della fotografia.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Tempo esaurito. Ricarica il codice!