Il mondo della fotografia e quello degli smartphone sono sempre più vicini e, in alcuni casi, si uniscono, sviluppando dispositivi mobili in grado di scattare foto formidabili, che niente hanno da invidiare alle immagini ottenute con le tradizionali fotocamere. Lo dimostra il Web, sempre più popolato di foto fatte con smartphone e tablet. Fotografare con un dispositivo mobile è molto comodo e divertente, soprattutto perché abbiamo a disposizione un numero impressionante di app, capaci di incrementare le prestazioni e le funzioni di scatto. Scopriamone alcune tra le più interessanti ed economiche. m Non fanno miracoli Prima di proseguire nella nostra analisi, è importante fare una premessa: la qualità delle foto ottenute da uno smartphone dipende soprattutto dalle specifiche della fotocamera. Non importa se abbiamo iPhone, Android o Windows Phone. Quello cui dobbiamo prestare attenzione, è la risoluzione del sensore fotografico e le eventuali funzioni disponibili a livello hardware. Se la fotocamera dello smartphone non supera i 3 Megapixel, non esiste applicazione che permetta di ottenere immagini simili a quelle di un sensore con risoluzione superiore. Quest’aspetto è fondamentale, soprattutto per non cadere vittime di pubblicità ingannevoli, dove leggiamo di app in grado di migliorare sensibilmente la qualità fotografica. Ben diverso, invece, l’aspetto legato al software. In questo caso le app che usiamo per scattare possono fare la differenza, consentendoci di usare funzioni nascoste e non disponibili con il modulo originario integrato nel sistema operativo. Il panorama è davvero vasto e basta fare una rapida ricerca su App Store, Google Play o Windows Store per renderci conto di quante app fotografiche siano disponibili. Molte di esse sono gratuite, altre a pagamento, ma i costi rimangono comunque molto contenuti e per qualche euro acquistiamo programmi eccezionali.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Tempo esaurito. Ricarica il codice!