La Nikon DF omaggia le vecchie 35mm. Da Canon e Olympus compatte retrò Digitali dal fascino vintage Le fotocamere reflex e mirrorless si ispirano agli anni ’70. Qualità digitale e look analogico. Reflex o mirrorless, ottiche intercambiabili o fotocamere bridge: non importa se si tratta del primo passo nel mondo della fotografia o dell’acquisto della macchina definitiva. L’ultima tendenza è il vintage, almeno per quanto riguarda il design. La Nikon DF della serie D-SLR è una reflex di fascia alta (prezzo intorno ai 2.500 euro) e dispone di un sensore CMOS da 16,2 megapixel. L’estetica si ispira a quella delle macchine a pellicola 35mm degli anni ’70 ma sotto la scocca c’è il meglio della tecnologia digitale. Il produttore giapponese punta su una sensibilità alla luce estrema con valori ISO da 100 a 12.800, estensibili fino a 204.800, per la massima definizione anche in condizioni di scarsa illuminazione. Tra le mirrorless spicca la «plasticosa» – solo nell’aspetto, non nei materiali – Canon EOS M, una compatta disponibile in quattro colori con obiettivi intercambiabili e risoluzione pari a 18 megapixel (542 euro con obiettivo 18,55 mm e flash, 542 con il 22mm, adattore e flash).

Monta uno schermo LCD touch screen da tre pollici che offre la possibilità di mettere a fuoco e scattare con un singolo tocco del dito, come se fosse uno smartphone. Olympus ripropone un classico nato nel 1959. Si tratta della stilosissima Pen E-P5, tecnologia digitale con un design rétro da rivista patinata e finiture argentate. La sezione anteriore in metallo riprende i modelli Pen degli anni ’60, mentre tra i punti forti di questa compatta mirrorless vanno annoverati il tempo di scatto meccanico che raggiunge 1/8000 di secondo e lo stabilizzatore d’immagine a 5 assi. La E-P5 (circa 1.000 euro) offre la massima connettività: si può utilizzare il proprio smartphone per scattare in remoto, memorizzare la posizione GPS e condividere via wi-fi le immagini. Del secolo scorso ci sono solo il fascino e la tradizione.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Tempo esaurito. Ricarica il codice!