Ovviamente prima di scattare una o più foto, bisogna regolare le impostazioni a seconda dell’ambiente che vi circonda e del tempo meteorologico soprattutto se fotografate in “manuale”. Per creare questi effetti di luce, bisogna impostare un tempo lungo (per lo scatto) ad esempio 1 o 2 secondi. Ovviamente dipende da quanta luce volete far penetrare e il tempo del movimento dell’obbiettivo o lo spostamento della scena di ripresa che volete dare. Un classico esempio di scatto è la scia di luce rilasciata dalle macchine in strada. In quel caso imposterete un tempo lungo di 2 secondi o più! Vi ricordo inoltre di stabilizzare il corpo macchina con un cavalletto (maggiore sicurezza di messa a fuoco)
Impostato il tempo di scatto, ora si regola l’apertura del diaframma. Consiglio di chiudere quest’ultimo (vedi esempio immagine). Poi sta nella vostra esperienza di fotografo prevedere la corretta apertura: dipende dallo scatto che intendete fare.
Impostazioni classiche: ISO (non troppo alti, essendo comunque il tempo di scatto lungo), bilanciamento del bianco ed esposizione.
Terminata l’impostazione generale della macchina, si passa alla pratica. Come soggetto da fotografare puntate sorgenti luminose: macchine in movimento, negozi ancora aperti, lampioni, candele o riflessi di pozzanghere. Ora tocca a voi sbizzarrirvi. Potete scegliere se compiere diversi “zoom” di avvicinamento o allontanamento con l’obiettivo, oppure semplicemente cambiare la scena di ripresa, muovendovi moderatamente (il cavalletto in questo caso vi è di enorme aiuto). Buon divertimento.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Tempo esaurito. Ricarica il codice!